Populismi

Con un sorriso insolitamente spento, il volto melodrammaticamente triste e il fondotinta gocciolante, Berlusconi annuncia che, oltre al Consiglio dei Ministri, nella città dell’Aquila potrebbe svolgersi anche il G8 del prossimo luglio. Il Cavaliere si era già esibito in manifestazioni analoghe trasferendo la prima riunione del suo Governo a Napoli, in quel periodo sommersa dai rifiuti.

Come tutti sappiamo Roma è la capitale d’Italia e in una delle sue bellissime piazze, piazza Colonna, si trova Palazzo Chigi, sede del Governo della Repubblica. Il Consiglio dei Ministri si svolge lì dentro. Punto.

Riunire il Governo a l’Aquila, offrendo vicinanza solo fisica ai cittadini terremotati, perdipù avendo rifiutato di risparmiare un sacco di soldi da destinare alla ricostruzione per obbedire alla Lega Nord che minacciava la crisi, puzza non di semplice populismo, ma di populismo di basso porto e di cattivo gusto. Cosa dire del G8 in Abruzzo? Bella idea. Verranno risparmiati i costi delle ruspe, ci penseranno i black block a demolire ciò che è rimasto in piedi.

Per la ricostruzione invoco l’apertura alle imprese edili giapponesi e/o statunitensi, specializzate in costruzioni anti-sismiche e meno esposte a infiltrazioni mafiose.

Rino Gaetano – Capofortuna

Annunci

6 commenti on “Populismi”

  1. Piero ha detto:

    Giusto un rapido commento sull’ultima affermazione…sarò pessimista, ma non credo assolutamente che non esistono infiltrazioni mafiose anche nelle imprese edili giapponesi e/o statunitensi. Spero vivamente di sbagliarmi.

  2. Nicola Scirchio ha detto:

    Caro Piero, hai ragione. Purtroppo non credo che le imprese straniere siano inarrivabili, ma forse, “meno esposte” al rischio.
    Stasera faccio un salto al nero per vedere la mostra. A presto.

  3. Evelina Piraino ha detto:

    Provo sinceramente disgusto per tutta la faccenda, non era proprio il caso di aggiungere al danno anche la beffa.
    Portare il G8 in Abruzzo, così come istituire lì il Consiglio dei Ministri, non solo è etichettabile come scadente populismo, ma denota anche una certa follia organizzativa.
    Già immagino le auto blu che trasporteranno le varie personalità, sfrecciare fra le macerie, innanzi a chi non ha più nulla, la bolgia di gente che invaderà ciò che resta dell’Aquila, tra manifestanti e giornalisti, i disagi sublimati dei terremotati, maggiormente travolti dal caos.
    Semplicemente pazzesco.

  4. Mario Artese ha detto:

    “…io so soltanto che dovete incazzarvi, dovete dire: sono un essere umano porca puttana! La mia vita ha un valore!
    Qundi io voglio che ora voi vi alziate, voglio che tutti voi vi alziate dalle vostre sedie, voglio che vi alziate proprio adesso e andiate alla finestra e l’apriate e vi affacciate tutti ed urliate:
    sono incazzato nero e tutto questo non lo accetterò più!”

  5. Nicola Scirchio ha detto:

  6. Antonio De Rose ha detto:

    Bella suggestione, bravi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...