La (troppo) lenta agonia dell’ultimo dittatore

Ormai non resta che staccare la spina. La situazione sta degenerando e se per un attimo abbiamo pensato di aver toccato il fondo ci stavamo sbagliando: le azioni e le affermazioni del capo del Governo si fanno sempre più inaccettabili. Il “miglior premier dei 150 anni di storia italiana” ha perso la testa.

Ecco una delle sue ultime frasi: “Accendendo la televisione Rai c’è sempre Berlusconi che è diventato il simbolo di ogni male”. Parole pronunciate il 15/09/2009 su Rai Uno in prima serata a “porta a porta” senza contraddittorio e dopo la decisone della Rai di cambiare il palinsesto per dare più spazio, più audience e più enfasi al falso trionfo del Governo in Abruzzo in occasione della consegna delle nuove case ai terremotati di Onna. C’è da dire, in più, che mamma Rai ha deciso di non garantire più le spese legali ai giornalisti di Report e trattandosi di giornalismo di denuncia è chiaro che se la situazione rimarrà invariata la stessa trasmissione non potrà più andare in onda.

Il premier è inoltre convinto che esista “un’internazionale di sinistra dei giornali legati a qualche giornale italiano”. Il New York Times, El Pais, Der Spiegel, il Times, The Newyorker, La Figaro, The Guardian, Il Washington Post, l’Economist e tante altre testate che hanno denunciato l’assurda situazione della stampa italiana sarebbero quindi giornali comunisti legati a la Repubblica.

Sempre durante il “porta a porta” del 15 settembre ha detto: “siamo circondati nella politica, nella stampa e, ahimè, nella televisone da troppi farabutti”. Ovviamente l’esponente dei giornalisti che ha assistito allo show (Bruno Vespa) non ha fatto una piega.

Ad ogni modo c’è da appuntare una nota positiva allo spettacolo deprimente offerto da Rai Uno: l’auditel ha fatto flop. Berlusconi è stato battuto di gran lunga da Gabriel Garko e la sua fiction; quel 68% di gradimento che lui stesso si attribuisce l’ha abbandonato nel suo delirio di onnipotenza e nel suo più viscido populismo. L’idea di fare una cavalcata trionfale e di personalizzare un presunto successo in prima serata sulla pelle dei terremotati non è piaciuta a nessuno.

Powered by ScribeFire.

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...