Sulle dichiarazioni del pentito Spatuzza

Il collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza, deponendo al processo Dell’Utri, ha soffiato il mestiere ai sociologi dal momento che ha aggiornato la definizione di Cosa Nostra, diventata organizzazione “terroristico-mafiosa”. Mi chiedo: doveva dircelo Spatuzza che Capaci, Via D’Amelio, Georgofili e via Palestro furono atti di terrorismo? Eppure, si fa un gran parlare proprio di questo aspetto della dichiarazione resa dal pentito ai magistrati. Acqua calda.

Facciamo attenzione, poi, a distinguere l’ipotesi di reato contestata a Dell’Utri (concorso esterno in associazione mafiosa, ndr) da quella che definire giornalistica è un eufemismo, piuttosto dovremmo dire fantascientifica, di Berlusconi mandante delle stragi del ’92.

E’ una tale assurdità che, se la prendessimo per buona, dovremmo riverdere tutta la letteratura in materia di mafie, accreditata più d’una certa vulgata antiberlusconiana che vuole il Cavaliere degno successore di Andreotti, anche detto Belzebù. Il fenomeno mafioso, la sua stessa “deontologia”, negano di per sé che un referente politico o economico dell’organizzazione, magari Berlusconi per l’interposta persona di Dell’Utri, possa essere il mandante di un singolo omicidio ovvero di una strage mafiosa.

Lo ha dichiarato Emanuele Macaluso a Sonia Oranges, del Riformista: «Quando il sistema politico fa qualche compromesso con la mafia e pensa di usarla per ragioni elettorali, economiche o di qualsiasi altra natura, in realtà è usato dalla mafia. Il resto è ricatto». Ed io meglio non so dire.

La giustizia non è un atto di fede nei confronti dei magistrati o, peggio ancora, dei pentiti. Quella giuridica è una scienza. Dunque il giudizio sulla legalità e legittimità delle azioni di Dell’Utri e di Berlusconi deve trovare riscontro nella realtà fattuale delle cose. Rispettare il lavoro dei magistrati implica la non interferenza sul piano politico e dell’opinione pubblica con il processo penale, indipendentemente dal nome dell’imputato. Di Berlusconi e Dell’Utri penso male, non lo nascondo. Ma un conto è pensar male, un altro è volere che siano mafiosi.

Powered by ScribeFire.

Annunci

3 commenti on “Sulle dichiarazioni del pentito Spatuzza”

  1. Nicola Scirchio ha detto:

    Più che mandante Berlusconi è accusato di essere un “suggeritore” del periodo stragista. Dell’Utri, braccio destro di Berlusconi e co-fondatore di Forza Italia è il nuovo Salvo Lima e su questo c’è poco da discutere. Mangano non è un eroe (come continua a sostenere Dell’Utri), ma un uomo della mafia mandato ad arcore per fare “affari”. Gaspare Spatuzza, Giuseppe e Filippo Graviano, sono mafiosi e per tanto personaggi da prendere con le molle, ma attenzione a buttare via tutto ciò che dicono. Insomma non si tratta di “volere” che berlusconi e dell’utri siano mafiosi, ma il sospetto è più che legittimo. Inoltre l’opinione pubblica che, dato il forte sospetto e le accuse mosse sia pure da pentiti, chiede che il premier si lasci sottoporre al giudizio della magistratura, penso che sia fondamentale. Non credo proprio che si tratti di una inopportuna ingerenza.

  2. Evelina Piraino ha detto:

    Se Nicola non può affermare il legame di Mr. B con le stragi del 92, Antonio non può sostenere l’esatto contrario. Ovvero non si può dire che lui c’entri, ma non si può escluderlo con altrattanta certezza. Quindi ponderiamo. Io sono convinta, come Nicola, che il legame del Papi con certi avvenimenti sia forte, che Forza Italia abbia sostituito la DC dell’epoca, come partito di riferimento della mafia, ma, come tutti noi, non ne ho le prove, solo una serie di indizi e ricostruzioni logiche, anche avallate da molte dichiarazioni ed interviste rilasciate da Borsellino e Falcone stessi.

  3. Antonio De Rose ha detto:

    “…Antonio non può sostenere l’esatto contrario”. Infatti, non dico che l’ipotesi, assurda, non può essere verificata; pongo una condizione, quella di rivedere tutto quello che sappiamo sulla Mafia. Inoltre, non è che si è mormorato di un legame. I giornali li leggo: si parla di mandato di Berlusconi alla mafia, lasciamo stare le circolocuzioni. Non dico che c’entra e non lo escludo. Dico che è assurdo che lui abbia dato un mandato alla mafia. Posso dirlo? (Grazie). Evelina, ma non solo lei, mi conosce e sa che pondero abbastanza. Rileggetemi per favore. E’ assurdo come il bacio tra Andreotti e Riina: non è provato ma lo stesso è passato nell’immaginario collettivo. Sui “legami” tra Dc prima, Psi e radicali dopo, e Forza Italia ancora dopo, non ci sono dubbi, le prove esistono. Non è materia giudiziaria, ma politologica, com’è giusto che sia l’analisi dei flussi elettorali. Spero di essermi spiegato. Dire che Berlusconi è probabilmente mafioso, ci sta. Che ha fatto ammazzare Falcone e Borsellino è altamente improbabile. Vi piace “altamente improbabile”?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...