La lezione di Nichi

Il presidente uscente della giunta regionale pugliese, Nichi Vendola, è stato tirato per i capelli in un confronto con il democratico Francesco Boccia che non aveva ragione d’esistere. Il Pd voleva dar vita a livello locale ad un’alleanza, larga, che tenesse insieme le forze d’opposizione al governo Berlusconi: Idv, Udc e Pd. Siccome il profilo di Vendola non andava a genio all’Udc, ecco il solito sfogo delle primarie. Ma solo le diaboliche menti dei democratici potevano ipotizzare che il presidente uscente, uno dei pochi tra quelli del centrosinistra ad aver ben governato la sua regione, sottoponesse al vaglio delle primarie la sua ricandidatura. A tutto vantaggio del Pdl. Forse ha governato bene, forse no: la parola agli elettori. Il Partito democratico persegue nelle regioni un indirizzo valevole per il livello nazionale che consiste nello spostare verso il centro moderato la barra delle alleanze. Illudendosi, così, di far mancare la terra sotti i piedi del Cavaliere. A riprova del fatto che il Pd è sempre più un cartello elettorale e sempre meno un movimento di massa, per nulla in sintonia col suo stesso elettorato, che pure dimostra di gradire le primarie, in duecentomila si sono recati alle urne e il settanta per cento ha messo la croce su Vendola. Una bella lezione per chi pensa che la sinistra in Italia sia solo uno stato d’animo, che non possa ragionevolmente aspirare al governo di una regione, di un ente locale o della Repubblica. Una dura lezione per chi sottovaluta la capacità degli elettori di militare e non solo di simpatizzare. A via delle Fratte pensavano di calare l’ennesima decisione dall’alto passandola nel lavacro plebiscitario delle primarie. Si sbagliavano.

Annunci

2 commenti on “La lezione di Nichi”

  1. Francesca ha detto:

    Grande lezione di Nichi. Hanno tentato ogni cosa pur di levarselo dalle scatole, D’Alema dovrebbe solo inchinarsi. Vergonga.
    Nichi for president (d’Italia)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...