Silvio, Ruby Rubacuori e il bunga bunga

In Italia molta gente non riusciva a spiegarsi il perché della stretta amicizia che si è venuta a consolidare negli ultimi anni fra il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed il dittatore libico Muammar Gheddafi; accordi anti-immigrazione clandestina? Opere pubbliche da realizzare in Libia? Appalti miliardari? Petrolio? Niente di tutto ciò. Finalmente l’argomento che piace tanto a questi due giovani di belle speranze e che li impegna così assiduamente è saltato fuori: il “bunga bunga”! Una pratica sessuale (per decenza è meglio non approfondire) sconosciuta ai più, ma evidentemente di gran moda negli ambienti presidenziali, esportata in Italia da Muammar e messa in pratica dal suo amico Silvio. Dalla stampa estera piovono inevitabili commenti ironici: “Stanca della crisi sul debito l’Italia si dà al bunga bunga” (Wall Street Journal). “Come al Cinema” “Silvio Berlusconi e le donne, capitolo secondo” (Libération). “Soldi in cambio di sesso con una teenager” (The Telegraph). “L’Italia si risveglia trasformata nel paese del bunga bunga” (el Pais). “Nuovo scandalo a carattere sessuale che coinvolge una minorenne” (Le Monde). Una ragazzina, un’altra: Karima Heyek, marocchina, 17 anni, alias Ruby Rubababci e Ruby Rubacuori. E pensare che Veronica Lario aveva avvertito il Paese parlando del suo ex marito come un “malato che va con le minorenni”. E di malattia parla anche Famiglia Cristiana: “un malato fuori controllo”. Ma al peggio non c’è mai fine, specialmente quando si tratta di Berlusconi; come al solito fuori da ogni regola il Cavaliere dal cuore d’oro, nella sua infinita bontà, si sarebbe adoperato per togliere dai guai la giovane marocchina esperta di bunga bunga fermata per furto dalla Questura di Milano. Il passo fra ironico e ridicolo è breve: “Amo le donne, non cambio stile di vita”, “Aiuto sempre chi si trova in difficoltà”. Perfetto, peccato che nel mondo reale sia inconcepibile chiedere alla Questura un trattamento di favore per una persona in stato di fermo per di più abusando del potere consegnato dai cittadini, peccato che la posizione di “ricattabile” non si addice ad un Capo di Governo, peccato che chi ci rappresenta dovrebbe curare fra le altre cose anche la sobrietà ed il decoro e peccato che in un Paese che va alla deriva e che non intravede un futuro migliore i chiodi fissi del Presidente Berlusconi siano il lodo Alfano e il bunga bunga.

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...