Grazie Salvatore

Dal toto-candidati al quale assistiamo ormai da diversi mesi emerge una prima certezza: il PD non ricandiderà Salvatore Perugini alla guida della città di Cosenza. Mi sembra una decisione sofferta e dolorosa, ma giusta. Il Partito Democratico in Calabria fra mille difficoltà sta cercando di darsi un volto nuovo, una rinnovata credibilità che era stata ormai smarrita dopo le ultime elezioni regionali segnate dal quel suicidio politico quale fu la ricandidatura di Agazio Loiero. Tale tentativo implica ovviamente scelte difficili che vanno prese con coraggio. Bloccato probabilmente dalle scarse risorse finanziarie delle casse comunali il mandato elettorale di Perugini è stato caratterizzato da una sorta di immobilismo che, a quanto pare, nonostante l’innegabile impegno profuso dal nostro sindaco per la causa, ha creato una certa delusione rispetto alle attese. In effetti lui doveva essere la vera novità, il vero rinnovamento dopo un periodo di strapotere manciniano. L’emozionante campagna elettorale, la vittoria al primo turno, la sconfitta di Giacomo Mancini Jr e l’aria nuova che si respirava avevano creato quella fiducia che evidentemente è scemata nel corso del mandato. A Salvatore dobbiamo dire grazie per aver avuto il coraggio ed il merito di sfidare e sconfiggere un sistema populista che ci stava portando alla bancarotta e per la sua voglia di creare una città civile e vivibile, quella che tutti immaginiamo e che avremmo voluto. Stimo il mio sindaco e so che il suo interesse principale è il bene della città e del PD. So anche che non accetterà le lusinghe e le proposte di alcuni personaggi che agiscono solo per colpire il loro ex partito e, di conseguenza, favorire l’avversario. Il mio personale auspicio è che Perugini, facendo un passo indietro, continui ad impegnarsi all’interno del partito per il bene comune (c’è bisogno di persone serie ed oneste) e lasci spazio ad una nuova fase politica che possa ridare nuova linfa alla speranza di vivere una città migliore.

Annunci

One Comment on “Grazie Salvatore”

  1. Nicola Scirchio ha detto:

    A distanza di tre mesi dalla pubblicazione di questo articolo la situazione è completamente diversa. I leaders cosentini del PD non sono stati in grado di indicare un nome sul quale potesse convergere il gradimento delle forze di centrosinistra, non hanno saputo proporre agli elettori quella nuova fase politica che la città attende da anni. Di conseguenza la direzione nazionale del Partito Democratico ha preso una decisione drastica: confermandogli la fiducia ha indicato in Salvatore Perugini il candidato ufficiale del PD. Una scelta forse non vincente dato il malcontento che a Cosenza è palpabile.
    A Perugini è stato affidato l’arduo compito (mission: impossible) di ricompattare le forze della coalizione, ma gli alleati/nemici non hanno alcuna intenzione di farsi da parte.
    Il risultato di questa commedia è una più che probabile vittoria della destra: mi sento di attribuire l’intera colpa ai politicanti cosentini che basano il loro agire su inopportuni personalismi tralasciando come al solito il bene comune.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...