Per un nuovo civismo. La cultura s’imponga alla politica*

Nel progetto di città che definiamo per grandi linee stasera si evidenziano sensibilità politiche e culturali diverse. È nostro dovere trovare un denominatore comune nell’interesse di un’area urbana che, nonostante il degrado del capoluogo, non può che riferirsi a Cosenza come centro di snodo delle attivita politiche, economiche e sociali del futuro. La città dei Bruzi è stata per anni un modello di civismo, di quella pratica politica e amministrativa alternativa al sistema dei partiti, che ha stretto la collettività cosentina intorno alla figura carismatica di un Sindaco, Giacomo Mancini. Il vecchio leader socialista si presentò alle elezioni del ’93 come candidato della società civile agganciando la nostra realtà ad un generale movimento di attivazione e partecipazione della cittadinanza, delle sue energie migliori, all’organizzazione politica degli enti locali. Le successive amministrazioni hanno marcato una differenza negativa rispetto al ciclo manciniano, squalificando la promozione di cultura e società a Cosenza, promuovendo piuttosto un’economia sbilanciata verso l’industria del cemento. Da una città distinta e proiettata verso l’Europa ad un piccolo centro ripiegato su stesso, disagiato come la massima parte del Mezzogiorno. Nello stesso tempo il Comune ha perso il contatto con le esigenze del proprio territorio, con le aspettative elementari dei cittadini nei confronti dell’amministrazione più vicina all’utenza dei servizi pubblici. La manutenzione delle reti che competono al Comune è strozzata dal dissesto finanziario dell’ente, mai dichiarato nei termini di legge ma sempre spubblicato dai vertici politici dell’amministrazione per giustificare l’inerzia di Palazzo dei Bruzi, incapace di svolgere le sue funzioni ordinarie e di sostenere quella proiezione europea, valore aggiunto del riformismo manciniano. E’ tempo che la politica si assuma la responsabilità di indirizzare il Comune verso il suo risanamento, facendo trasparire il bilancio e riqualificando la spesa. È tempo che la società esprima i propri interessi legittimi esigendone la tutela da parte del potere pubblico, imponendosi non sulla, ma alla politica. Questo processo, tanto delicato, esige di essere preparato dal punto di vista della cultura. La classe politica locale fa di tutto per mettere distanza tra sè e i cittadini. Questi devono colmarla facendo pesare la differenza tra chi vive del proprio lavoro e vuole impegnarsi per la cura dell’interesse generale, senza subire le decisioni ma istruendole, e chi invece guarda alla politica come ad un impiego, svilendone il significato. È tempo di mettere a frutto le competenze, le conoscene e le capacità maturate a scuola, nelle università e nei luoghi di lavoro. È tempo di far cessare l’improvvisazione che governa la cosa pubblica.

(*) tratto dall’intervento di Nicola Scirchio all’incontro dibattito Cosenza 2020: Progettiamo oggi la città di domani.

Annunci

One Comment on “Per un nuovo civismo. La cultura s’imponga alla politica*”

  1. Nicola Scirchio ha detto:

    Alcune precisazioni rispetto a queste righe: l’apprezzamento del periodo manciniano si riferisce esclusivamente al fiorente momento culturale, quindi ai numerosi eventi di pubblico interesse che in quel periodo proiettavano la città verso una auspicata fase di sviluppo socio-culturale. Questo non vuol dire difendere in tutto e per tutto quelle amministrazioni che allora governavano il capoluogo bruzio, colpevoli di populismo e di spese incontrollate che hanno causato l’attuale paralisi che caratterizza l’incolpevole giunta Perugini.

    Durante l’incontro dibattito alcuni partecipanti che sono intervenuti hanno frainteso l’intervento di Arancia Rossa pensando di avere a che fare con un gruppo di nostalgici manciniani. Non è così. Si tratta semplicemente di nostalgia di un determinato momento culturale.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...