La bocca larga

Secondo il ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, innovazione è “la capacità dell’Italia di parlare al resto del mondo”; viceversa non è innovativo, per il vertice politico di un’amministrazione come la sua, ascoltare “le voci di dentro”. Le ragioni dei lavoratori precari del settore pubblico, ad esempio. Un ministro con la bocca larga: “questa è la peggiore Italia”, ha detto voltando le spalle agli uomini e alle donne di ItaliaLavoro, Formez, Sviluppo Lazio. Ma con le orecchie piccole. L’incomunicabilità tra governo e Paese è ormai sancita. Dalla tracotanza dell’esecutivo, che non riconosce nel fresco dato referendario la sfiducia dell’elettorato nei suoi confronti; dal nervosismo arrogante di un ministro che contribuisce col suo lavoro all’istituzionalizzazione della precarietà.

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...