Il rastrello del croupier

Il default è un tale spauracchio che il Parlamento autorizza una manovra depressiva. Il modo in cui rientriamo dal deficit è “il rimedio peggiore del male”. Non c’è liberalizzazione, redistribuzione, manca l’equità tanto abusata nella retorica del governo. Che sa fare solo cassa. La manovra difetta di sistematicità, di prospettiva. Scontenta tutti. Il che non significa, come sento da qualcuno, che sia perciò stesso una buona legge. Monti adopera il rastrello del croupier per far quadrare i conti, quando tutti si aspettavano che riqualificasse la spesa pubblica senza condizionare negativamente le scelte fondamentali delle famiglie e delle imprese con l’inasprimento della pressione fiscale. Giavazzi e Alesina, sul Corriere della Sera dell’11 dicembre, rilevano un sorprendente errore di metodo nella correzione dei conti pubblici apprestata dal governo Monti: ritenere che la crescita dell’economia sia indipendente dalla composizione delle manovre. Se non cresciamo ci ritroveremo tra un anno, o forse meno, a rincorrere una nuova emergenza. Servono stimoli. Che possono arrivare da riforme comprensive di misure già in essere. Ad esempio le pensioni. L’estensione del metodo contributivo ai lavoratori che matureranno il diritto alla pensione dal prossimo anno è ragionevole ma va agganciata ad una riforma organica dei settori previdenziale e tributario: che riduca l’imposizione sui redditi da lavoro dipendente; che concentri maggiori risorse in ammortizzatori sociali a compensazione della flessibilità dei rapporti di lavoro; che diminuisca il cosiddetto cuneo fiscale delle imprese. Il pareggio di bilancio è fine a se stesso se non si determinano le condizioni per la creazione di nuovo reddito.

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...