Monti e le opportunità condizionate

Il mercato del lavoro italiano fu liberalizzato negli anni Novanta (legge n. 196/1997). L’apposizione di un termine al contratto, da allora, non è più tabù. Cosa c’è di più flessibile del lavoro interinale, di quello somministrato, coordinato a progetto? Il committente non ha alcun rapporto con il lavoratore in missione e il collaboratore scaduto non avanza diritti nei confronti dell’azienda che lo utilizzava. Eppure quarantaquattro contratti cosiddetti atipici non avrebbero intaccato abbastanza lo schema classico di lavoro: subordinato e a tempo indeterminato. Le aziende non riuscirebbero lo stesso ad abbattere il costo del lavoro, ad essere competitive con quelle dei paesi che praticano “dumping sociale”, che sfruttano la manodopera per piazzare i loro prodotti nei mercati esteri. L’ottica non è più quella della tutela del lavoro, quanto della concorrenza. Che è cosa buona e giusta, ma non può essere senza esclusione di colpi. Riformare perché le aziende non lascino l’Italia, è la ratio del disegno di legge presentato dai ministri Fornero e Monti al Parlamento. La legge 300 del 1970 assume la disparità del rapporto di lavoro subordinato e tende ad un suo bilanciamento. Il ddl approvato “salvo intese” dal Consiglio dei Ministri, a partire dall’articolo 18, peggiorerebbe lo statuto giuridico del lavoratore dipendente. Dopo la fine della contrattazione collettiva nazionale ad opera di Fiat, a Mirafiori e Pomigliano, la teoria delle “conditional opportunities” (Jack M. Barbalet, Cittadinanza, Liviana, Padova, 1992) aderisce perfettamente all’indirizzo politico del governo Monti, che considera i diritti sociali opportunità condizionate dal mercato, dalla contingenza economica. Dunque non più diritti.

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...