L’affaire Travaglio

Marco Travaglio, ospite della trasmissione condotta dal bravo e simpatico Fabio Fazio, Che tempo che fa, ha illustrato la sua ultima fatica scritta insieme a Peter Gomez, Se li conosci li eviti. Un libro che offre varie informazioni sulle “carriere”, non solo istituzionali, di coloro che hanno presentato la propria candidatura alle ultime elezioni politiche; uno scritto che ha già destato le polemiche dei diretti interessati. Durante l’intervista televisiva Travaglio, come al solito, non ha avuto peli sulla lingua ed ha commentato senza timore diverse pagine del suo libro, fra le quali alcune dedicate alle gesta dell’avv. Renato Schifani. L’autore prima ha paragonato il neo presidente del Senato alla muffa, poi si è corretto dicendo che dalla muffa quantomeno si ricava la penicillina. Battuta un po’ forte, ma indiscutibilmente simpatica e umoristicamente di alto livello. Travaglio ha poi continuato il suo intervento affermando che tempo fa Schifani si mise in società ed ebbe legami di amicizia con diversi personaggi in odore di mafia. Ciò si può evincere anche dagli scritti del giornalista siciliano Lirio Abbate, costretto a vivere sotto scorta a seguito delle minacce di morte ricevute per le sue scottanti inchieste sulla malavita organizzata. Leggi il seguito di questo post »

Annunci